Archivio di Stato di Reggio calabria

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Mediateca Terra e cielo. Giovanni Musolino sacerdote e studioso

"Terra e cielo. Giovanni Musolino sacerdote e studioso”

E-mail Stampa PDF

Terra e cielo. Giovanni Musolino sacerdote e studioso

L’Archivio di Stato di Reggio Calabria il 9 febbraio prossimo alle ore 17,00 presenterà al pubblico la figura di monsignor Giovanni Musolino e il suo archivio depositato presso questo Istituto dalla nipote Antonia Suraci dopo la morte del sacerdote avvenuta l’11 febbraio 2005.
“Terra e cielo. Giovanni Musolino sacerdote e studioso” è il titolo dell’evento al quale partecipa l’arcivescovo metropolita mons. Vittorio Mondello. Relazioneranno: Lia Domenica Baldissarro (La biografia), Maria Stella Zema (La Biblioteca e le opere edite), Fotunata Chindemi (L’archivio Musolino e le opere inedite), Maria Giuseppina Marra (Il poeta). Monsignor Antonino Denisi e due nipoti, Fiorella Foti e Antonella Suraci, daranno testimonianza della vita ecclesiale e privata di mons. Musolino.
Dal lavoro di riordino delle sue carte sono emersi aspetti importanti del suo impegno pastorale e della sua attività di poeta, studioso e appassionato ricercatore. Pur essendo reggino d’origine, Giovanni Musolino è noto come poeta e storico veneziano. Molto importanti sono, infatti, le monografie sulla storia di Venezia, Caorle, Metamauco e sul culto di Santa Lucia. Il papa Giovanni XXIII, allora Patriarca di Venezia, scrive la prefazione alla monografia “La Basilica di san Marco”di don Musolino.
Dopo Venezia, in tutte le sedi in cui è stato assegnato ( la Germania, Viterbo, Sora ed infine Reggio Calabria), don Musolino ha lasciato studi e pubblicazioni che sono pietre miliari per la storia dei luoghi. In alcune interviste, inoltre, è chiaramente leggibile la sua lungimiranza nell’intuire, in tempi prematuri, il ruolo dei beni culturali per promuovere lo sviluppo del territorio. Il mondo della cultura è visto come un volano per l’economia e questo concetto è esemplificato nelle sue pubblicazioni degli anni Cinquanta su Torcello.
Nel suo Archivio sono presenti manoscritti e dattiloscritti inediti molto importanti sulla storia dell’emigrazione italiana in Germania e sulla storia civile e religiosa del territorio reggino: Emigrazione italiana in Germania e assistenza religiosa, Le missioni cattoliche italiane nei paesi scandinavi,Calabresi ad Arnsberg in Germania, La storia della Cattedrale di Reggio,Porti –Pesca- Marineria, Molochio – Storia civile e religiosa.

 


Notizie flash

14/02/2011 - ore 18,00

Sala Conferenze dell'Archivio

Sfaccettature Amore e storie in Archivio e nelle tele di Adele Canale